Home / Visori / Altri Visori / Android N, Daydream e nuovo visore: GOOGLE a 360°

Android N, Daydream e nuovo visore: GOOGLE a 360°

Android_N

Google, Android N e Daydream.

Parliamo un po’ delle novità in casa Google. Il famoso colosso americano ha in serbo davvero una serie di grosse novità e le due più importanti coprono sia il mondo del software che quello dell’hardware.

Partiamo dal software.

Google ha annunciato la prossima generazione del suo Sistema Operativo per Smartphone, tablet ed ambienti ad essi compatibili.

Il nome sarà “Android N” e oltre a fare un grosso salto avanti rispetto alle attuali release di Android avrà una importante novità che riguarda direttamente la Realtà Virtuale.

Android N infatti avrà al suo interno una ambiente di lavoro e di sviluppo totalmente dedicato alla VR, “Daydream“, questo il nome dell’ecosistema in questione, permetterà di lavorare, navigare, gestire i propri contatti e le proprie necessità in un ambiente specificatamente creato e pensato per la Realtà Virtuale.

L’annuncio è stato fatto all’evento che Google sta tenendo a San Francisco in questi giorni ed è stato scelto questo palcoscenico proprio per fare da vetrina ad un software che richiederà tutta una nuova generazione di Smartphone che dovranno essere in grado di supportare “Daydream” in tutta la sua ampiezza e possibilità.

A ruota all’annuncio tutte le maggiori label che producono Smartphone di fascia alta hanno dichiarato di avere già in produzione una gamma di telefonia che sarà compatibile con “Daydream“.

Da dire che i telefoni che supporteranno questo ecosistema non dovrebbero avere estrema necessità di un visore ma potrebbero godere di una versione “minoritaria” della Realtà Virtuale che possa offrire una buona esperienza. Ovviamente con un visore l’esperienza sarà del tutto diversa.

Lo stesso tipo di adattabilità varrà per i visori di fascia medio – bassa, quelli che non sono in competizione con Oculus Rift o HTC Vive.

E proprio da questo tipo di visori Google muove i passi per la seconda notizia che cambia il panorama del futuro della VR per la compagnia.

Ed entriamo così nella novità hardware.

Dimenticate infatti Cardboard e la sua semplicità, ma anche poca consistenza. Google ha infatti preso specifici accordi con alcuni produttori per sviluppare un visore più corposo, consistente e da poter affiancare alla nuova generazione di Smartphone in arrivo.

Non c’è ancora un design definitivo od un nome effettivo per questo prodotto, in realtà Google non ha nemmeno rilasciato i nomi delle compagnie coinvolte nel progetto ma sappiamo per certo che verranno prodotti una serie di visori, od un visore in realtà non è del tutto chiaro, “Approvati da Google” e che si appoggeranno con estrema facilità a “Daydream“.

Certo tutti questi progetti sono in sviluppo e stanno muovendo i primi passi ma come possiamo ben vedere la Realtà Virtuale è una solida e concreta realtà in cui Google sta decidendo di investire sempre di più ed in maniera sempre più importante.

E si sa, Google è il “Re Mida” del’informatica, e se ci crede Google la vita della Realtà Virtuale sembra un po’ più rosea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *