Home / Applicazioni / Cardboard di Google sbarca su Gear Vr

Cardboard di Google sbarca su Gear Vr

google_cardboard_enabler_gear_vr

Cardboard su Gear VR.

Avete uno smartphone Samsung di ultima generazione e perciò, con buona probabilità siete anche in possesso del Gear VR.

Con alle spalle Oculus, questo visore pensato specificatamente per i cellulari, può vantare un buon supporto, una continua disponibilità di upgrade ed aggiornamenti e un buon parco giochi tra quelli dedicati e quelli compatibili che Oculus decide di convertire.

Il Gear VR ha già beneficiato di molti prodotti orientati al multiplayer ed anche un panorama di giochi capaci di soddisfare i palati più diversi ma in questi giorni si sono aperte nuove, interessanti, possibilità.

Come di certo sapete, Google ha una sua linea di “Visori” di fascia bassa perché costruiti con materiali meno impegnativi. Certo la qualità rispetto ad altri visori di alta fascia è inferiore ma il rapporto qualità – prezzo ed il fatto che siano comunque destinati solo al mondi degli smartphone fanno di “Cardboard” un buon compromesso per chi non volesse investire in maniera significativa ma “assaggiare” la Realtà Virtuale.

Bene, da oggi se avete acquistato un Cardboard e poi avete fatto un passo più concreto passando al Gear VR sarete felici di questa notizia: avrete la possibilità di portare i software pensati per “Cardboard” sul Gear VR.

Fare tutto ciò è semplicissimo e no, se lo state pensando, non dovrete essere dei maghi dell’informatica o fare chissà quale manipolazione ai vostri cellulari. Perciò togliete dalla testa la parola alla quale i più smaliziati stanno pensando: Rootkit. Non sarà necessario nessun software aggiuntivo e nessuna operazione preliminare.

Molto semplicemente: andate su Play Store, scaricate “Cardboard Enabler for Gear VR” per un prezzo ragionevole (meno di un euro) ed il gioco è fatto. Una volta che avrete il software sul vostro smartphone non dovrete fare altro che collegare il Gear VR, lanciare la app e godervi i software che volete, come ad esempio “Google Street View” ed altre app, o giochi, compatibili.

Certo non è tutto rosa e fiori: non tutto è infatti compatibili al 100% e perciò sarà possibile che qualche app non parta oppure non funzioni nella maniera pensata per “Cardboard“.

D’altronde “Cardboard Enabler” simula sul Gear VR le funzioni base del software ed è per questo inevitabile che non tutte le funzioni vengano supportate o riprodotte. La tecnologia di fondo tra il visore di Google e quello di Samsung è diversa e non si può avere un’identificazione totale.

La app però lavora bene, offre un buon compromesso ed arricchisce la libreria e le possibilità di utilizzo del Gear VR. Inoltre se avevate acquistato del software per “Cardboard” e non lo avete più utilizzato perché avete venduto il visore in favore del Gear VR lo potrete rispolverare dalia vostra libreria e testarlo sul visore Samsung.

Un’idea interessante, nuove e che unisce due mondi in maniera intuitiva. Provarla non costa nulla e potrebbe darvi delle grosse soddisfazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *