Home / Giochi / GHOST THEORY: la Realtà Virtuale si tinge di nero…

GHOST THEORY: la Realtà Virtuale si tinge di nero…

Ghost_Theory_1

Ghost Theory.

Kickstarter è già protagonista anche in queste prime battute del 2016. Ormai tutti i più svariati progetti si affidano alla famosa piattaforma di “Crowdfunding” e non è da meno anche la decisione della casa di sviluppo cecoslovacca Dreadlocks di passare per questa strada per finanziare il loro software per la Realtà Virtuale.

“Ghost Theory” è un gioco che si vuole rifare a diverse tipologie del mondo dell’intrattenimento. Intanto possiamo di certo dire che apparterrà al genere Horror: case infestate, spettri e presenze che ci faranno saltare sulla sedie, intense atmosfere caratterizzare da stanze buie, enormi case da esplorare e ombre che celano chissà quali orrori pronto ad aggredirci.

Poi possiamo anche dire che farà però parte di quel filone Horror più aperto verso il genere investigazione. Con buona probabilità infatti non sarà un “Survival-Horror“, ovvero un prodotto che mette il giocatore di fronte ad un affanno costante ed un pericolo di vita permanente per il proprio avatar virtuale. “Ghost Theory” dovrebbe invece essere più vicino a “Project Zero”, un titolo che incarna il filone Horror con un corpo più esplorativo. Come nel famoso gioco nipponico infatti lo scopo sarà risolvere i diversi misteri che man mano ci verranno sottoposti, anche se “Project Zero” ha una impronta molto marcata e, benché sia difficile “morire” per il nostro alter ego, non mancano i momenti da fiato sospeso ed un pizzico di macabro che ha fatto della serie un vero cult tra gi amanti.

Ghost_Theory_2

“Ghost Theory” si immette decisamente su questi binari: il protagonista infatti sarà Barbara, una investigatrice del paranormale che si troverà coinvolta in una serie di investigazioni di grossa portata che metteranno alla prova non sono tutte le sue capacità ma anche tutta la sua attrezzatura.

E così abbiamo introdotto la grossa novità che il gioco cercherà di portare in questo filone dalle meccaniche ormai consolidare, o trite come potrebbero dire molti di voi non senza un fondo di verità per altro.

Lo scopo di Dreadlock Studio infatti è quello di attrezzare il suo personaggio con macchinari reali in uso presso tutti i più famosi gruppi di “Cacciatori di Fantasmi”. L’idea è quella di dare in mano ai giocatori un qualcosa che li avvicini ad atmosfere cupe ma che potrebbero essere davvero esistenti.

Barbara sarà un’esperta in caccia di misteri, con strumentazione all’avanguardia che saprà come muoversi tra i due mondi: quello della realtà e quello del paranormale. Tutto questo dovrebbe costruire una atmosfera di gioco intensa, dove il ragionamento, più che l’azione a tutto campo, potranno aiutarci a risolvere le diverse situazioni che “Ghost Theory” ci chiamerà ad affrontare.

Inoltre Barbara potrà anche godere di una serie di animazioni basate sul “Motion Capture”. Nulla di pre-renderizzato perciò ma una serie di sensori applicati su attori reali che verranno poi letti ed ottimizzati per gli ambienti di Realtà Virtuale. Per finire il tutto Dreadlocks ha scrupolosamente studiato ambienti reali per ricostruirli in maniera minuziosa in modo da proporre l’esperienza più realistica possibile anche in termini di ambienti.

Ghost_Theory_4

Tutto buono, tutto positivo e tutto decisamente interessante ma non dimentichiamo che il vero valore aggiunto sarà la tecnologia che si è scelto di utilizzare: la Realtà Virtuale appunto.

La forza degli ambienti, delle luci e delle rese grafiche che un ambiente VR potrà darci sarà davvero approfondito e farà fare il salto di qualità ad un prodotto che si preannuncia intrigante.

“Ghost Theory” è in scaletta di uscita per Settembre 2017, la quota attualmente impostata per far si che questo progetti vada in porto è di 140 mila dollari circa e la campagna è appena partita.

Se siete interessati a supportare il progetto di questa casa di software con base in Praga non dovete fare altro che andare su Kickstarter e “alimentare” con qualche euro “Ghost Theory”.

Se invece ne volete sapere di più, non solo sul progetto di cui vi abbiamo parlato, ma anche dello studio di produzione visitate il sito a questo indirizzo: http://en.dreadlocks.cz/

Chiudiamo aggiungendo che “Ghost Theory” non sarà, ovviamente, sviluppato solo per la Realtà Virtuale e che per ora, parlando di visori VR, è stato annunciato solo per Rift, mentre nulla è ufficiale per gli altri illustri colleghi del prodotto di casa Oculus che arriveranno sul mercato.

Ghost_Theory_3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *