Home / Accessori / GLOVEONE: toccare la Realta’ Virtuale

GLOVEONE: toccare la Realta’ Virtuale

Gloveone

GloveOne.

I Visori sul mercato stanno aumentando, i progetti legati a questo tipo di hardware sono in espansione ma è da qualche tempo che non trattiamo del mondo degli accessori per la VR, ovvero tutti quegli oggetti che, accoppiati ai Visori saranno in grado di aumentare ancora di più le sensazioni restituite da un ambiente ricreato in Realtà Virtuale.

La scelta è ampia tra guanti, cuffie per audio 3D e, alzando il tiro, interi “abiti” in grado di regalarci tutta una serie di input e di stimoli a diversi livelli.

Di certo tra tutti questi accessori quelli più interessanti, proprio perché legati in maniera più diretta con il Visore, sono i guanti. Vista e tatto sono infatti i due sensi più importanti, non che gli altri non lo siano, ma sono i primi che ci possono regalare quelle sensazioni più dirette, più “reali”. Da sempre infatti vedere qualcosa e poi percepirlo con il tatto non fanno che arricchire la nostra percezione di quell’oggetto.

Nella realtà quotidiana ci sembrano azioni scontate tanto che quasi non ci rendiamo conto della loro importanza, ma se trasportiamo il tutto in un mondo totalmente digitale che si propone di ricreare una realtà che può anche essere molto diversa dalla nostra, ecco che questi due pilastri del nostro stare al mondo assumono, tutto d’un tratto, una proporzione ed una importanza a dir poco enormi.

Per la vista i moderni Visori sono ormai totalmente in grado di dare ciò che è necessario per farci sentire nel luogo che una serie di calcoli matematici ci sta proponendo. Mondi fantastici, oscuri, fatti di strani oggetti ed abitati da creature ancora più strane si stagliano davanti ai nostri occhi con una profondità ed una concretezza del tutto nuova. Giriamo la testa ed il mondo cambia con il nostro movimento, esattamente come avviene nella realtà.

Ma per le mani, per il tocco, il discorso è del tutto diverso. Il primo passo era quello di portare nel mondo virtuale una simulazione delle nostre mani che potesse, in qualche modo, darci la sensazione di manipolare realmente gli oggetti all’interno del “sandbox” di VR. Ma il passo successivo era ancora più importante: ovvero darci la sensazione di toccare davvero tutti quegli oggetti fatti solo di poligoni sospesi in spazi tridimensionali.

La nuova generazione di guanti per la VR punta esattamente a questo: fornire la resistenza che avrebbe un oggetto se toccato nel mondo reale, offrire le sensazioni diverse che si provano toccando superfici con consistenze diverse, regalarci la convinzione che ciò che stiamo vedendo sia reale non solo per gli occhi ma anche per le nostre mani.

Gloveone” punta a tutto questo. Il prodotto, creato in maniera specifica per essere comodo all’uso e vestire in maniera naturale sulle nostre mani spinge il livello di realismo oltre la soglia. Con questi guanti sarà infatti possibile non solo percepire le differenza tra il metallo, il legno o la plastica, avere un feedback da parte degli oggetti e sentirne la “consistenza” ma sarà anche possibile “percepire” il peso che questi oggetti avranno esattamente come accade nella realtà di tutti i giorni.

Tutto ciò sarà realizzato grazie ad una avanzata serie di sensori applicati lungo tutta la superficie dei guanti, sulle dita e sui palmi che potranno leggere gli input del software e ritrasmettere tali dati come sensazioni concrete sulle nostre mani.

Il tutto facilmente configurato grazie ad un software specifico e collegato wireless al nostro Pc ed al nostro visore, senza avere così nessun tipo di ingombro e di impedimento.

Il prodotto è davvero interessate e si allinea a quella volontà di spingersi oltre che ormai fa parte di ogni progetto legato alla VR.

Da poco presentato all’E3 “Gloveone” è attualmente presente su Kickstarter e disponibile nella sua versione “DK” (Developers Kit).

Se siete interessati a saperne di più non dovete fare altro che curiosare sul sito del prodotto stesso: https://www.gloveonevr.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *