Home / HTC Vive / HTC e Mozilla portano su Vive il browser Firefox Reality

HTC e Mozilla portano su Vive il browser Firefox Reality

Un browser in realtà virtuale per HTC Vive

HTC e il suo software partner Valve lavorano da anni sulla realtà virtuale di qualità superiore e di livello per il dispositivo Vive. Una scelta che ha pagato, in uno scenario – peraltro – di concorrenza diffusa, in cui Oculus VR è sembrata concentrarsi sul mercato consumer mainstream, e Sony si è tradizionalmente rivolta ai possessori di PlayStation per il suo PS VR.

browser web in realtà virtuale

 

Come intuibile, buona parte della spinta che HTC ha cercato di ottenere è stata volta a catturare quel mercato dei VR di fascia alta che comporta la possibilità per gli utenti di ottenere qualcosa di più dalla VR,  rispetto a quanto non sia possibile fare con altri sistemi che si concentrano – magari – sulla sola fruibilità di giochi a immersione totale (o quasi).

A conferma di ciò, al CES 2019 poco fa HTC ha dichiarato che sta collaborando con Mozilla per rendere il browser Firefox Reality l’applicazione predefinita per la navigazione web su tutti i visori Vive . La partnership è evidentemente un grande vantaggio per entrambe le aziende, e nei prossimi mesi si potrebbero già apprezzare i frutti di questo lavoro.

ps vr offerta

Mozilla ha annunciato per la prima volta Firefox Reality come browser web VR – oriented lo scorso aprile. Una mossa che sembrava già anticipare la disponibilità di un’alternativa più “open” al browser nativo di Oculus per il Samsung Gear VR e alla versione sperimentale di Chrome per il Google Daydream. Da allora Google ha lanciato ufficialmente una versione VR di Chrome per la sua piattaforma Daydream, mentre Microsoft ha portato il suo browser Edge alla crescente piattaforma di Mixed Reality.

Tuttavia, grazie a HTC, Mozilla dispone ora di una piattaforma che sembra essere ben più valida per lanciare Firefox Reality in grande stile. E per HTC e per il suo software partner Valve, la partnership con Mozilla significa anche che non deve più affidarsi al browser web di un concorrente, ma anche poter godere dei benefici del primo approccio alla privacy di Firefox.

Tra l’altro, come parte integrante dell’accordo, HTC ha precisato di collaborare anche con Amazon per utilizzare l’infrastruttura cloud AWS dell’azienda, e in particolare uno strumento noto come Amazon Sumerian, progettato per creare esperienze in realtà virtuale, realtà aumentata e spazi mappati in 3D. La prima azienda di terze parti a fare uso di queste nuove risorse è Fidelity, che dichiara di aver costruito un ambiente 3D personalizzato per il monitoraggio dei conti finanziari accessibile sul Vive attraverso proprio Firefox Reality.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.