Home / HTC Vive / HTC Vive Guida Recensione

HTC Vive Guida Recensione

Design di HTC Vive

  HTC Vive è un'ottima alternativa all'interno del comparto dei visori per la realtà virtuale, e potrebbe essere il giusto biglietto da visita per tutti quegli utenti che si stanno avvicinando per la prima volta a questo settore e vogliono il meglio L'HTC Vive è il visore più costoso…

HTC Vive Recensione

Design e Comfort
Usabilità
Setup e Impostazioni
Applicazioni
Accessori

VOTO: 8

Un plauso ad HTC per aver sviluppato il visore più tecnologico per adesso. Il prezzo alto può essere un limite se aggiunto alla configurazione hardware (PC) di cui abbiamo bisogno per farlo girare alla massima potenza. Il Vive non è visore alla portata di tutti e anzi rende fattibile l'acquisto di un Rift e rende economico il visore Playstation VR per chi possiede già una consolle. L'headset Vive è pesante e dal design particolare ma l'abilità di spostarsi fisicamente all'interno della realtà virtuale, lo rende il miglior VR della sua generazione.

Miglior prezzo
User Rating: Be the first one !

recensione htc vive

 

HTC Vive è un’ottima alternativa all’interno del comparto dei visori per la realtà virtuale, e potrebbe essere il giusto biglietto da visita per tutti quegli utenti che si stanno avvicinando per la prima volta a questo settore e vogliono il meglio

L’HTC Vive è il visore più costoso all’interno del panorama dei dispositivi per la realtà virtuale. Batte anche il visore Oculus Rift (€629 in offerta) e la Playstation VR (€349,99 in offerta). Ma perché il prezzo dell’HTC Vive è così alto (€800 euro) ?

Il visore per la realtà virtuale HTC è l’unico ad offrire un’esperienza in realtà virtuale parallela, ovvero oltre che poter vedere ciò che ci circonda in realtà aumentata possiamo anche interagire fisicamente con il contesto intorno a noi usando i controllers su misura di HTC.
Adesso che il prezzo dell’ Oculus Rift e  HTC Vive si sono ridotti rispetto a quelli di lancio, la vera domanda è se l’headset virtuale di HTC vale i soldi spesi. Quali sono i suoi principali pregi e i suoi difetti più evidenti?

Abbiamo recensito il Vive e questo è quello che ne pensiamo.Cerchiamo di scoprirlo insieme con la nostra nuova guida a questo interessante visore!

HTC Vive Impostazione iniziale

htc vive recensione completa

Cominciamo dalla base, rappresentata dall’accensione del dispositivo e dalla sua prima configurazione. Occorre fin d’ora premettere che l’impostazione iniziale dell’HTC Vive è piuttosto semplice da effettuarsi anche per i meno esperti della VR e, soprattutto, risulta essere guidata passo dopo passo, permettendo così ai nefoti di poter arrivare al risultato desiderato in pochissimo tempo.

Una volta collegati correttamente i cavi, vi ritroverete infatti all’interno di uno spazio “neutro” che potrà essere utilizzato per poter calibrare la sensibilità del visore. Qui potrete altresì impostare lo sfondo su diversi colori, modificare le immagini, scaricarne altre ed effettuare alcune personalizzazioni che renderanno sempre più “unica” la vostra esperienza di utilizzo (o, per lo meno, la renderanno ancora più gradita della standardizzazione cui ci hanno abituato alcuni altri visori attualmente disponibili sul mercato). Fortunatamente, l’intero percorso di personalizzazione è semplice e intuitivo, e siamo certi che non avrete alcuna difficoltà nel giungere a compimento dei settaggi iniziali in pochi minuti!

Recensione HTC Vive: Design

Il comfort di HTC Vive

Il nuovo HTC Vive è abbastanza simile alle versioni precedenti, pur riuscendo a “compattare” in maniera notevole le proporzioni. Tuttavia, nonostante sia più piccolo e più comodo, non riteniamo il visore HTC al primo posto per bellezza e innovazione in termini estetici!

L’impressione complessiva è che l’HTC Vive abbia infatti deliberatamente preferito la sostanza alla forma (vedi il successivo paragrafo sul comfort), pregiudicando probabilmente una gradevolezza esterna a una migliore esperienza di fruizione.

Ad ogni modo, anche in questo caso non possiamo che rammentare come si tratti di “gusti”. Che, per quanto ci riguarda, ci han ricordato che c’è tanto da lavorare per poter rendere più bello questo visore…

HTC Vive Comfort

visore htc recensione

Se il design dell’HTC Vive non ci ha convinto pienamente, lo stesso non si può certamente dire per quanto concerne il suo comfort di utilizzo. Le cinghie regolabili, la guarnizione nasale e gli altri componenti mobili, permettono infatti di poter indossare il Vive su qualsiasi “capo”. Inoltre, se ve lo state domandando, naturalmente il Vive può essere altresì utilizzato dalle persone che hanno gli occhiali: ci sono alcuni spazi dedicati che impediranno alle persone che indossano mezzi correttivi della vista di trovarsi in difficoltà nella fruizione del visore, o ancora avere dei “segni” visibili al termine della sessione di utilizzo. L’unica accortezza che sarà in questo caso necessario seguire è legato al momento in cui si smette di fruire del visore: togliendolo troppo in fretta, senza prima allentare le cinghie, è alto il rischio di sfilare con esso anche gli occhiali.

Ricordiamo inoltre che il comfort dipende anche dalla tipologia di visore che vogliamo acquistare, infatti la più grande differenza tra i VR headset è se funzionano con lo smarphone quindi Mobile Ready come il Google Daydream oppure il nuovo headset dello Xiaomi VR. Oppure funzionano con componenti esterni come potenti notebook per Oculus o consolle per Playstation VR.

Oltre al comfort fisico sul proprio capo, peraltro, il Vive può vantare inoltre ottimi feedback anche per quanto concerne il comfort sensoriale. Si può infatti utilizzare il visore a lungo, per diverse ore alla settimana, senza alcun disagio: è pur vero che tale condizione non può che essere soggettiva, ma è altrettanto vero che l’esperienza complessiva VR sul Vive è buona con molti giochi sperimentati, e che nausea e disorientamento difficilmente verranno a farvi visita durante l’uso del visore o al termine delle sessioni di gaming.

Ricordiamo infine, sempre in termini di comfort, che il Vive non ha un peso particolarmente fastidioso, e dunque anche dopo qualche ora di utilizzo non avrete grandi segni o disagi. Su questo ambito, però, riteniamo anche l’HTC Vive non sia il top di gamma: l’esperienza di utilizzo della PlayStation VR è ad esempio meno invasiva. Non dimenticate infine che il Vive è utilizzato con una buona dose di cavi: la lunghezza è tuttavia abbastanza vasta, e difficilmente correrete il rischio di impigliarvi in essi o di distruggere i dispositivi tecnologici cui è legato il visore, a causa di qualche “strappo”.

HTC Vive Prestazioni

Il Vive dispone di due display da 1080 x 1200, con una velocità di aggiornamento pari a 90 fps, e un rapporto di 9:5. Complessivamente, si tratta di una dotazione tecnica piuttosto soddisfacente, con una risoluzione che potrebbe (quasi) farvi dimenticare di essere in un mondo virtuale. La qualità complessiva nella fruizione delle sessioni di gaming è buona, con qualche difetto (peraltro, comune anche ad altri visori) quando si gira troppo rapidamente la testa.

Detto ciò, non ci sono particolari difetti nella gestione dei comandi. Raccogliere oggetti, selezionare elementi all’interno delle applicazioni, tracciare dei segni e altro ancora, rappresentano delle azioni che riuscirete a effettuare in maniera accurata. Pur senza raggiungere gli standard dell’Oculus, la gradevolezza nell’utilizzo del dispositivo è certamente assicurata, grazie anche a dei controller in grado di rappresentare buoni valori aggiunti.

HTC Vive Controller

I controller di HTC Vive

Arriviamo dunque a parlare dei controller, non certo di dimensioni “minimali”, ma comunque meno ingombranti rispetto ai modelli cui eravamo abituati nelle versioni precedenti. Senza fili (con batteria interna ricaricabile), con diversi pulsanti (di cui uno home) e un touchpad circolare, vi richiederanno probabilmente qualche minuto di “ambientamento” per poterne apprezzare completamente le sue caratteristiche: non è comunque un difetto o una lamentela, considerato che ogni nuovo controller richiederà una curva di apprendimento più o meno prolungata, soprattutto nelle ipotesi in cui (non sono rare!) il gioco non vi dirà quali sono i comandi.

Per quanto concerne la longevità delle batterie dei controller, la durata promessa è di almeno 4 ore. In realtà, salvo i casi di utilizzo intensivo, non è raro arrivare fino a 6-7 ore di continuata fruizione, prima di procedere nuovamente alla ricarica. Purtroppo, non esiste alcun indicatore della durata della batteria durante la sessione di gioco: il rischio è pertanto quello che il proprio controller smetta definitivamente di funzionare. Sarebbe stato sicuramente meglio attrezzare il dispositivo con un segnale di esaurimento della batteria, in maniera tale che possa essere data la possibilità all’utilizzatore di correre ai ripari prima che sia troppo tardi. Per il momento, invece, il livello della batteria è consultabile solamente se vi trovate nella schermata del menu principale: una volta avviato un gioco, però, le luci di indicazione spariscono, lasciandovi la necessità di stimare la durata della batteria.

HTC Vive Prestazioni da seduti o in piedi

HTC Vive può essere utilizzato con identica efficacia da seduti o in piedi. Naturalmente, in questo secondo caso avrete necessità di più movimento ma… potrebbe valerne la pena: creando una Room Scale VR (impostando una sorta di rettangolo virtuale che vi permetterà di camminare all’interno dei confini dello spazio virtuale), riuscirete a ottenere un’esperienza più immersiva e – dalle nostre prove – molto più gratificante.

Ad ogni modo, anche l’esperienza di gioco da seduti è sicuramente positiva e divertente, soprattutto se il gioco che vorrete vivere (ad esempio, un puzzle) non nasce per poter essere prioritariamente usato in piedi (come quelli sportivi).

HTC Vive Giochi

HTC Vive dispone di un vasto catalogo di giochi, anche se probabilmente mancano 2-3 titoli che potrebbero rendere il Vive un vero e proprio must have per tutti gli appassionati del settore. Di contro, esistono decine di mini giochi con tanti bug e difetti che potrebbero rendere irritante la loro fruizione. Altri giochi hanno invece buone caratteristiche ma poche istruzioni e indicazioni. Insomma, l’impressione è che attualmente i giochi disponibili su HTC Vive siano degli ottimi test, ma con ancora qualche tentennamento da parte degli sviluppatori. Il tempo sarà un buon aiuto? In alternativa puoi dare un’occhiata ai migliori giochi per Playstation 4 VR.

Il prezzo di HTC Vive

HTC Vive Prezzo

Tra le maggiori note dolenti dell’HTC Vive c’è sicuramente il prezzo. Il costo del visore è infatti attualmente pari a 800-900 euro, e dunque maggiore rispetto ai principali competitors internazionali. Al costo del visore è inoltre necessario aggiungere il costo della dotazione hardware che dovreste cercare di sostenere, qualora il vostro bagaglio tecnologico non sia già in linea con i requisiti richiesti dal visore.

HTC Vive Opinioni e commenti

La nostra esperienza di utilizzo di HTC Vive è sicuramente soddisfacente. Dalle ottime premesse e dalle buone caratteristiche di impiego, rimane una notevole alternativa per chi vuole entrare nel settore dei VR con un prodotto davvero eccellente.

Nella recensione dell’HTC Vive però non mancano però i punti che potrebbero rendere HTC Vive una scelta di “secondo piano”. Il prezzo è ad esempio maggiore rispetto a quello dell’Oculus Rift o di altri concorrenti facilmente comparabili. Inoltre, complessivamente l’utilizzo di HTC Vive vi richiederà molto più spazio rispetto a quello di altri visori: nessun problema se potete dedicare a questi dispositivo qualche metro quadro, ma un elemento di cui tenere conto se vi trovate in un salotto particolarmente arredato, e vi state divertendo alle prese con qualche titolo piuttosto frenetico, che vi richiederà frequenti e ampi movimenti del corpo.

Infine, rileviamo come il catalogo giochi sia sicuramente migliorabile, così come la cura generalmente riposta in essi.

Pro

  • Esperienza completamente immersiva
  • Possibilità di giocare in piedi con una Room Scale
  • Visore confortevole
  • Eccellente tracciabilità dei movimenti

Contro

  • Molto costoso rispetto ai concorrenti
  • Necessità di molto spazio per i giochi in piedi
  • Qualche difetto grafico
  • Giochi da migliorare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *