Home / Applicazioni / La Realtà Virtuale per i più piccoli

La Realtà Virtuale per i più piccoli

Realta_virtuale_per_i_piccoli_1

Henry.

Il prossimo anno sarà indubbiamente l’anno della Realtà Virtuale. Ormai e’ chiaro a tutti. Ma quando pensiamo a questa nuova tecnologia e alle sue potenzialità ci concentriamo principalmente alle applicazioni e ai videogiochi (e di questi non tutti dedicati propriamente ai più giovani).

Potrà allora questa frontiera essere indirizzata anche ai più piccoli ?

Chi per primo sta pensando a questo segmento e’ sicuramente il settore di Oculus denominato StoryStudio. (https://storystudio.oculus.com)

Gl ingegneri di Oculus stanno lavorando alla prima esperienza immersiva dedicata ai più giovani. Si chiama “Henry” ed è già stato pubblicato il primo trailer ufficiale (che trovate in fondo alla pagina).

Chi è Henry ? E’ un piccolo porcospino con un grosso problema… ama abbracciare ! E a causa dei suoi aculei fatica a trovare amici per festeggiare il suo compleanno.

Henry si ritroverà solo alla sua festa, fino a che non esprimerà un desiderio e la sua vita cambierà.

Realta_virtuale_per_i_piccoli_3

Chi ha provato la prima versione ci assicura di avere avuto forti emozioni, è stato a fianco di Henry nella sua tana, l’ha quasi potuto toccare e ha sorriso insieme a lui, creando una grande empatia con chi ci inteagisce, portando l’osservatore ad essere egli stesso personaggio del proprio cartone animato preferito.

E’ stato comunicato ufficialmente che questo cartoon interattivo sarà disponibile gratuitamente al lancio di Oculus Rift, all’inizio del 2016.

Oltre alle nostre vite, la Realtà Virtuale cambiera’ anche quella dei nostri figli ?

Noi siamo certi che sarà cosi, con ovviamente tutte le precauzioni del caso, date dal buon senso, come i tempi di utilizzo e di esposizione a queste “immersioni virtuali”, ne più ne meno come avviene per tablet o televisione.

La VR potrà diventare presto anche la nuova frontiera per l’insegnamento.

Come ha detto lo stesso Palmer Luckey, fondatore di Oculus, ad un summit di qualche tempo fa, “Credo che per la realtà virtuale ci sia un futuro nel settore dell’educazione. Le aule sono il passato e i bambini non impareranno per forza meglio leggendo un libro”.

Queste frasi hanno suscitato qualche perplessità in chi non riesce ad immaginare di crescere un figlio senza leggere un racconto da un libro “reale”.

La VR non deve essere pero’ vista come un nemico. E’ come portare un figlio al cinema a vedere un film di animazione non propriamente per minori (e i nomi si sprecano, uno su tutti “Hotel Transilvania”). Il bimbino da solo si puo’ spaventare, ma se in compagnia di una persona fidata o di un genitore sicuramente si diverte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *