Home / LG VR / LG 360 VR Guida Recensione

LG 360 VR Guida Recensione

recensione completa lg vr

Aggiornamento: Dobbiamo ricrederci delle considerazioni negative fatte alle LG in precedenza. Ora che sono arrivati gli updates promessi, ed ora che il prezzo è diminuito di un terzo, passando dai €199 Euro del lancio a soli €66 Euro in offerta, è un acquisto obbligato per i possessori di LG…

Recensione LG VR 360

Design e Comfort
Usabilità
Setup e Impostazioni
Applicazioni
Accessori

VOTO: 7.2

Visore per realtà aumentata molto simile per caratteristiche al Samsung Gear VR. LG VR 360 è tra i più leggeri di categoria ed è per questo molto confortevole. Le uniche persone che però potranno godersi l'LG VR 360 sono i possessori di uno smartphone LG G5. A tutti loro consigliamo l'acquisto del visore ora che è in offerta, ma il prezzo di lancio a €199 è da considerarsi eccessivo, vista la magra presenza di applicazioni.

Miglior prezzo
User Rating: Be the first one !

Aggiornamento: Dobbiamo ricrederci delle considerazioni negative fatte alle LG in precedenza. Ora che sono arrivati gli updates promessi, ed ora che il prezzo è diminuito di un terzo, passando dai €199 Euro del lancio a soli €66 Euro in offerta, è un acquisto obbligato per i possessori di LG G5 o superiori.

Un tentativo andato a vuoto? È questa l’estrema sintesi che si potrebbe dare al visore LG 360 VR, un device apparentemente molto accattivante, ma nella sostanza piuttosto carente. Insomma, senza anticipare le conclusioni cui giungeremo nel corso del nostro odierno focus, probabilmente LG 360 VR non è esattamente la soluzione ideale per tutti coloro che vogliono avere il meglio (o quasi) dalla realtà virtuale. Il VR della LG si posiziona al di sotto dei migliori visori per realtà aumentata che già conosciamo come il Samsung Gear VR, l’Oculus Rift, HTC Vive, e Sony Playstation VR. Altrimenti possiamo optare come alternativa ai classici visori, i modelli mobile per smartphone e telefoni, i cosi detti VR Mobile come Google Daydream o il visore della Xiaomi. L’LG VR 360 è da considerarsi un visore mobile VR in quanto compatibile solo con lo smartphone G5.

LG 360 VR: Smartphone compatibili

La prima cosa che bisogna sottolineare, è che il visore di LG funziona solamente con il G5, andando così a rappresentare una sorta di evoluzione di quanto presentato qualche tempo fa, quando il produttore si presentò alla comunità di appassionati di VR con una sorta di cuffia di plastica da abbinare al G3 (e, in pratica, venduta solamente in abbinamento con tale dispositivo).

Dopo questo tentativo non particolarmente sorprendente, LG sembra essere tornata al lavoro. Ma gli sforzi hanno prodotto solo il dispositivo di cui oggi parliamo, un visore da circa 200 euro, che funziona esclusivamente con il G5. E, purtroppo, senza darci delle spettacolari emozioni.

LG 360 VR: Installazione

installazione lg vr camera

La configurazione di LG 360 VR è piuttosto semplice, e non dissimile da quanto avviene con altri visori attualmente acquistabili sul mercato. Tuttavia – ed è questo uno dei pochi punti di vantaggio che possiamo dare al visore – c’è una grande differenza tra LG 360 VR e i suoi principali concorrenti come il Gear VR, visto e considerato che il prodotto LG non richiede che lo smartphone sia inserito nel device e, dunque, non richiede che il cellulare sia installato a pochi centimetri dal vostro sguardo. In cambio, c’è un collegamento tramite un cavo dedicato USB al già rammentato G5. Si tratterà di un esperimento non perseguibile in futuro, o di una nuova tendenza che potrà affermarsi sulle altre?

LG 360 VR: Design e comfort

Buone notizie anche per quanto concerne il design e il comfort. Gli occhiali di LG per la realtà virtuale pesano infatti solamente 118 grammi (cioè, meno della metà di quanto realizzato dal principale concorrente, il Gear VR) e il fatto che sia un dispositivo così leggero da indossare, rende il visore molto confortevole. Tuttavia, anche in questo caso gli sforzi LG avrebbero potuto partorire qualche risultato finale più appropriato, considerato che mettere il visore non è proprio il massimo della comodità (il device si regge su due stecche laterali da allargare e restringere per poterle adattare al proprio viso). Ad ogni modo, è una piccola pecca sul grande vantaggio di poter disporre di un visore leggero, che non peserà eccessivamente sul naso e sulla parte superiore del viso come invece accade con strumenti più pesanti.

Il fatto che sia pieghevole e più snello di altri visori (praticamente, di quasi tutti i visori!) potrebbe rendere il dispositivo attraente per l’utilizzo in alcune situazioni (come in macchina o in aereo), ma non crediamo che questo beneficio sarà acquisito in via esclusiva da LG ancora a lungo, visto e considerato che quasi tutti i produttori si stanno orientando verso visori che saranno ancora più portatili e più economici. Si tenga inoltre conto che il visore è robusto, ma meno solido di quanto hanno mediamente realizzato i propri concorrenti con la conseguenza di generare un pizzico di attenzione in più nella fruizione del device.

Occupandoci ancora del comfort, un aspetto non proprio positivo è probabilmente legato a chi – come scrive! – è portatore di occhiali da vista. LG 360 VR può naturalmente essere utilizzato anche da chi dispone di occhiali, ma la comodità è sicuramente inferiore a quanto è possibile ottenere da altri visori concorrenti. Probabilmente sarete costretti a rimuovere il nasello.

Ancora sul comfort, non ci è piaciuto il fatto che il cavo principale esca dal lato destro degli occhiali. È una scelta piuttosto particolare e per certi versi incomprensibile: sarebbe stato probabilmente meglio fissarlo in cima, in maniera tale che non risulti fastidioso durante l’utilizzo del visore. Inoltre, il filo va a sovrapporsi a quello delle cuffie, andando così a generare un groviglio di cavi che avrebbe potuto essere evitato con un minimo di cautela in più. I più critici potrebbero ricordare che un simile groviglio si realizza anche con altri visori come Oculus Rift o HTC Vive, ma almeno in questi casi il malus dell’intreccio dei cavi sembra essere compensato dalla possibilità di vivere un’esperienza di qualità elevata.

LG 360 VR: è “vera” realtà virtuale?

Il punto principale di mancato gradimento del visore è tuttavia legato nell’esperienza di utilizzo. Il produttore, nella presentazione del suo visore, ha infatti ribadito che l’utilizzo del 360 VR dovrebbe metterci in una situazione simile al guardare una TV da 130 pollici a 2 metri di distanza. Ma è realmente così?

La risposta è, definitivamente, no! L’immersività che si può godere con LG 360 VR non è comparabile con quella del Gear VR, considerato che la qualità dell’immagine non è eccezionale, e anche se LG 360 VR ha il merito di avere un proprio display invece di usare il telefono, tutto sembra tranne che guardare una TV a grande schermo. D’altronde, il display integrato IPS LCD offre fino a 960 x 720 pixel per oculare, inferiore a quanto invece propone un Gear VR con Galaxy S7, con sensore di prossimità, accelerometro a sei assi e giroscopio.

Come anticipato, la fruizione del device non genera una immersività particolarmente gradevole, anche considerato il fatto che utilizzando il dispositivo non si riesce a staccare totalmente dal mondo esterno, visto e considerato che si può vedere troppo del mondo reale dal fondo degli occhiali. Non è dunque una visione a 360 gradi, e questa ibrida soluzione non fa altro che alimentare un senso di mancata concentrazione nei confronti di quello che succede sullo schermo. Come se non bastasse, forse a causa della bassa risoluzione e un display non certo eccezionale, l’esperienza di fruizione risulta essere alla lunga un po’ fastidiosa.

LG 360 VR: App disponibili

app e giochi lgvr

Non ci sono attualmente molte app disponibili in compatibilità con LG 360 VR. Potete pertanto fruire di YouTube, ma mancano altre applicazioni come NextVR, Epiq VR, SBS Player che, probabilmente, verranno aggiunte nel corso dei mesi. Con l’applicazione dedicata però potremo comunque accedere alla 360 VR Gallery, seguire i tutorial d’utilizzo cosi come giocare ai più classici dei giochi in realtà virtuale come Roller Coaster, le famose montagne russe.

LG 360 VR: Opinioni finali

Insomma, dalle righe di cui sopra dovreste aver compreso che probabilmente LG 360 VR non è proprio il miglior visore su cui potrete mettere le mani. L’esperienza in uso del dispositivo non è appagante, anche se bisogna riconoscere che i coreani hanno avuto delle discrete idee sullo strumento di realtà virtuale, come ad esempio la presenza delle lenti regolabili (sebbene non funzionino perfettamente) e il touchpad presente direttamente sul telefono. Bene anche la leggerezza del dispositivo, con la zona degli occhi che non sarà affatto appesantita. Di contro, la leggerezza e il design sono ampiamente controbilanciati da numerosi svantaggi: la qualità non è elevata, e il G5 collegato al visore tende a riscaldarsi in mano dopo pochi minuti di utilizzo. La batteria dello smartphone viene assorbita in maniera molto rapida (ma il visore non si surriscalda nemmeno dopo decine di minuti).

Difficile che, con simili caratteristiche, il visore di LG possa realmente attirare numerosi acquirenti. Probabilmente rimarrà un buon gadget per i possessori del G5. Acquisto consigliato ai geeks possessori di LG G5, in attesa di sviluppi futuri.

Pro

  • Leggero
  • Buon design
  • Confortevole

Contro

  • Funziona solo con LG G5
  • Poche applicazioni
  • Qualità non elevata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *