Home / Accessori / MANUS: toccare con mano il prossimo futuro

MANUS: toccare con mano il prossimo futuro

manus_mobile_vr

The Manus.

Dai Paesi Bassi arriva un guanto progettato, elaborato e costruito con una sola finalità: aprire le porte della Realtà Virtuale per tutti i giocatori (e non solo).

La “Manus Machina” una piccola casa di Hardware e Project Developing di Eindhoven ha sviluppato un prodotto che mira ad affiancare tutti i più importanti visori della VR che arriveranno sul mercato nel prossimo periodo.

“The Manus”, il nome è già indicazione di quale sia stata l’idea seguita dal giovane gruppo di designer ed ingegneri, è rivolto a giocatori, sviluppatori di VR e tutti coloro che sono interessati a questo mondo in espansione.

Il prototipo su cui Manus Machina sta lavorando è ancora abbastanza “grezzo”, visivamente nulla di eccezionale se dobbiamo dirla tutta, un paio di guanti neri, traforati di rosso, con una piccola scatola “sensoriale” inserita sulla parte del dorso e dei braccialetti di movimento.

Il funzionamento è semplice: i sensori sulle dita e sugli appositi braccialetti rilevano le posizioni ed i movimenti dell’utente che vengono trasmessi poi alla “scatoletta”, che in realtà è un receiver / transponder Bluetooth che ha il compito finale di comunicare con l’headset in uso (che sia Oculus Rift, Playstation VR – ex Project Morpheus – o Samsung VR.)

In questo modo non vi sono cavi diretti che impediscono i movimenti all’utente, fatto di certo che verrà apprezzato dai giocatori in primis, e la comunicazione tra Manus ed headset VR sarà totalmente wireless.

L’obiettivo di Manus è semplice: imporsi sul mercato come IL Guanto per la VR che tutti vorrebbero. Pratico, funzionale, leggero e di facile sviluppo, Manus sembra avere i numeri per mantenere tutte le promesse fatte, considerando anche che il software, allo stato attuale dello sviluppo, è totalmente Open-Source e perciò assolutamente lavorabile da chiunque abbia volontà e capacità di affiancare i progettisti della Manus Machina nel portare ad una finalizzazione ottimale questo prototipo.

Ma come avere Manus per poterci “giocare” un pò? Domanda scontata, risposta semplice.

Siete sviluppatori? Benissimo, allora navigate fino al sito di Manus Machina (http://www.manusmachina.com/index), cliccate sull’invitante “Pre-Order Now” e verrete catapultati nella pagina da cui finalizzare il vostro desiderio di avere Manus che, a detta dei ragazzi di Manus Machina, sembra essere gratuito al momento.

Il development kit è composto da:

  • Un paio di Guanti “Manus” (destro + sinistro)
  • I Braccialetti di tracking del posizionamento
  • 2 Micro cavi Usb
  • L’Interfaccia di lavoro di Manus
  • Lo Starter Development Kit per Android, Win 8 +, Linux, iOS 9, Mac OSX
  • I plug-in per i motori 3d Unity e Unreal
  • Dei demo di giochi per Manus per ogni piattaforma supportata

Non vi resta che lanciarvi in questa nuova avventura e toccare con “Manus” il futuro che la VR promette!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *