Home / Visori / Oculus Rift / Oculus Rift VR Recensione

Oculus Rift VR Recensione

oculus rift recensione migliore

Nuovo appuntamento con una recensione dei visori "top" del settore, l'Oculus Rift. È davvero così formidabile come sostiene la maggior parte degli utenti che l'hanno provato? Quali sono le sue caratteristiche? E quali i suoi svantaggi? E, ancora, siamo sicuri che sia meglio dei rispettivi concorrenti? Cerchiamo di svelare queste…

Visore Oculus Rift

Design e Comfort
Usabilità
Setup e Impostazioni
Applicazioni
Accessori

VOTO: 8,3

Oculus’ Rift è un sogno che diventa realtà per moltissimi geek e nerd. Il migliore VR è finalmente sul mercato aperto a tutti, tutto quello di cui abbiamo bisogno è un PC potente ed il gioco è fatto. Il più famoso dei visori però ha ancora bisogno di maturare e mentre in un paio di anni assisteremo all'uscita dell'Oculus Rift 2, oggi questo VR deve migliorare i controller e qualche bug per giustificare il suo prezzo cosi alto

miglior prezzo
User Rating: Be the first one !

oculus rift miglior prezzo recensione

Nuovo appuntamento con una recensione dei visori “top” del settore, l’Oculus Rift. È davvero così formidabile come sostiene la maggior parte degli utenti che l’hanno provato?

Quali sono le sue caratteristiche? E quali i suoi svantaggi? E, ancora, siamo sicuri che sia meglio dei rispettivi concorrenti? Cerchiamo di svelare queste e altre risposte, e approfondiamo la conoscenza con un visore che potrebbe rappresentare il vostro biglietto di ingresso agevolato all’interno del mondo della realtà virtuale.

Sono passati diversi anni da quando l’Oculus Rift (o, meglio, il suo progetto iniziale) prese piede su Kickstarter, la nota piattaforma di crowdfunding, generando un immediato interesse destinato poi a crescere con il passare degli anni. E non è certo esagerato, in tal senso, definire l’Oculus Rift come una pietra miliare nel settore della VR. Tanto che, in buona evidenza, una parte del successo di HTC Vive, Sony Playstation VR, Samsung Gear VR & co., non può che essere attribuito proprio alla scia di clamore generato dall’Oculus Rift. Ma i “figli” del Rift avranno superato le caratteristiche del padre? O l’Oculus Rift è ancora in grado di battere tutti sullo sprint?

Il paragone con Oculus Rift e gli altri visori più blasonati è facile ed intuitivo e lo scopriremo più avanti in questa recensione. Il confronto però con dispositivi di calibro differente, anche se di marca, come il Google Daydream View o il migliore visore di Xiaomi ( VR mobile ready entrambi) non regge, non per demeriti di questi ultimi ma per la differente categoria che ricopre Oculus Rift nel mondo della realtà virtuale.

Oculus Rift: Installazione

Premettiamo un concetto piuttosto importante: per poter usare Oculus Rift non avrete bisogno di tanto spazio, ma se volete evitare di sbattere in continuazione contro i mobili, vi conviene comunque ritagliarvi qualche metro quadro di autonomia. Se poi volete giocare da seduti, al fin di non pregiudicare troppo collo e schiena, sarebbe opportuno cercare di reperire una buona schiena girevole, che possa farvi godere pienamente delle potenzialità del sensore per la realtà virtuale.

Detto ciò, nella scatola dell’Oculus Rift troverete il sensore principale, un telecomando, un controller e gli auricolari. Nessun manuale particolarmente corposo è presente (contrariamente a quanto fanno alcuni concorrenti, come HTC): solo l’indicazione espressa di recarsi sul sito di installazione dell’Oculus, dove compariranno diversi utili e sintetici suggerimenti che vi guideranno passo dopo passo attraverso il processo.

In ogni caso, la configurazione del Rift è molto semplice: dovrete semplicemente collegare i cavi HDMI / USB, ed effettuare un settaggio iniziale del sensore. In pochi minuti dovreste essere in grado di godere delle capacità dell’Oculus Rift, senza avere più la necessità di tornare frequentemente sulle impostazioni di configurazione.

Sempre a proposito degli spazi necessari che sopra abbiamo avuto modo di anticipare, durante la fase di installazione del Rift verrà tracciata una linea virtuale intorno all’area del gioco. Il sistema vi aiuterà a capire se si tratta di un’area troppo grande o troppo piccola, determinando dunque la possibilità di procedere con aggiustamenti (non obbligatori, ma consigliati al fine di non sbattere contro mobili e suppelletili!).

Oculus Rift: Design e Comfort

L’Oculus Rift è sicuramente uno dei visori più eleganti e dal design più ricercato. Più leggero dei suoi concorrenti, permette un utilizzo anche prolungato senza particolari pregiudizi per la propria salute.

A proposito di comodità, il sistema del Rift prevede un unico cavo che esce dal visore che si indossa sulla testa, rendendo così più facile regolare le cinghie (in velcro) che possono tenere fermo il visore. Alcuni potrebbero notare che il cavo in questione è troppo lungo per spazi ridotti (o quando si sceglie di giocare da seduti): in questi casi abbiamo scelto di legarne una parte, arrotolandolo su se stesso e fissandolo con un piccolo elastico. Ne guadagnerete sicuramente in comfort, ma dovrete stare comunque attenti a calibrare bene gli spazi al fine di non tirare troppo lo stesso cavo.

Rispondendo a una domanda comune tra tutti gli utilizzatori dei visori per la realtà virtuale, non possiamo che ammettere ancora una volta come l’Oculus Rift sia ben utilizzabile anche dalle persone con gli occhiali. In questo ambito, notiamo comunque come il Rift non sia certamente al top di intuitività per quanto concerne la facilità di regolamento del visore per gli occhialuti.

Ad ogni modo, nessun timore. Per evitare qualsiasi tipo di pregiudizio da parte di coloro che – come noi! – indossano degli occhiali e vogliono ottenere solo il meglio dal Rift, è sufficiente compiere qualche piccolo accorgimento. In particolare, è utile inserire il visore quando le cinghie sono molto allentate, mettere il Rift posizionandolo sulla parte posteriore della testa e gradualmente mettere la parte anteriore sopra gli occhiali, spingendolo con gradualità evitando che le lenti possano toccare occhi e ciglia. Dopo qualche esercizio, siamo certi che riuscirete a diventare sufficientemente pratici!

Per quanto riguarda gli altri elementi, non abbiamo trovato particolari critiche o lamentele, anzi. Un cenno separato è comunque attribuibile agli auricolari, davvero ottimi.

Oculus Rift: Auricolari

L’audio dell’Oculus Rift è davvero molto buono: la sensazione di isolamento acustico che è garantita dal Rift vi permetterà un’esperienza di gioco e di fruizione multimediale davvero immersiva. Peraltro, quella della bontà degli auricolari è una piccola sorpresa per chi non ha mai utilizzato il Rift e si appresta magari a tale esperienza con un piccolo scetticismo o disincanto: semplici nel design, sono davvero un ottimo prodotto e si inseriscono comodamente grazie alla gomma morbida di cui sono ricoperti.

Naturalmente, non possiamo che rammentare come il livello di comfort non possa che essere soggettivo e, dunque, qualcuno potrebbe preferire altri auricolari. In linea di massima, se già siete abituati ad utilizzare auricolari, non avrete alcuna difficoltà nell’adattarvi a questi dispositivi di alta qualità, solidi e in grado di garantire un’esperienza piuttosto immersiva.

Peraltro, a conferma dell’attenzione con cui è stata predisposta questa parte d’offerta nei confronti dell’utenza, nella scatola in cui sono contenuti gli auricolari troverete anche delle gomme di dimensioni diverse, in grado di adattarsi a tutte le esigenze.

Oculus Rift: Prestazioni

Passiamo dunque a occuparci delle prestazioni tecniche dell’Oculus Rift, che può vantare una risoluzione di 2160 x 1200 per i display OLED di cui è dotato, con 233 milioni di pixel al secondo e una frequenza di aggiornamento di 90 Hz. Lo schermo è ben luminoso e la visione è davvero di spessore, anche se qualche difettuccio è emerso nei movimenti piuttosto rapidi, che saltuariamente possono risultare lievemente disturbati. A parte questo (problema peraltro comune a quasi tutti i visori per la VR), la qualità di fruizione rimane molto soddisfacente, con colori nitidi e chiari e una discreta sensazione di profondità che abbiamo ritrovato – su questi livelli – solamente sul Vive.

Tra le altre caratteristiche, evidenziamo come il sensore sia in grado di riconoscere se si gira il proprio corpo di oltre 180 gradi, con un buon livello di accuratezza. Il tracciamento dei movimenti funziona discretamente, mentre rimangono margini di miglioramento per quanto concerne la sensazione di utilizzo nei giochi più vivaci e movimentati: nonostante la buona frequenza di aggiornamento, dopo un pò la visione inizia ad essere faticosa.

Probabilmente dalle parti di Oculus sanno molto bene che alcuni giochi mettono più alla prova il fisico rispetto ad altri, e la dimostrazione è il fatto che nella gallery di giochi utilizzabili, è previsto che l’utente possa metterli in ordine non solamente per data di uscita o alfabetico, quanto anche per livello di comfort. Ora, non è purtroppo chiaro in che modo venga calcolato questo livello di comfort, ma è abbastanza intuibile cercare di capire quale sia il senso di questa categorizzazione, e il fatto che i titoli sono contraddistinti dai colori di un semaforo (il verde indica un’esperienza più comoda, il giallo una comodità modernata, il rosso un comfort probabilmente più difficile e meno intenso).

Oculus Rift: Controller

Una delle note più lieti dell’Oculus Rift è rappresentato dai controller, un valore aggiunto fondamentale – con tali livelli di qualità – per poter godere pienamente delle funzionalità e delle esperienze di coinvolgimento che il visore è in grado di fornire.

Ebbene, anche se esternamente non sembra che i controller abbiano subito profondi cambiamenti (sono quasi identici alle versioni precedenti, con un disegno a mezza luna che ha conquistato molti, unitamente a itre pulsanti di ciascun controller (X, Y e menu a sinistra, A, B e Oculus a destra), sono state introdotte diverse innovazioni tecniche che hanno reso molto più divertente l’utilizzo dei giochi con il Rift: complessivamente, l’utilizzo di questi controller permette di effettuare movimenti anche minimi con un buon livello di interazione, e la facilità d’uso vi conquisterà già dopo i primi minuti di gioco.

Tenete inoltre conto che a differenza di quanto avviene con i controller del Vive, che abbiamo esaminato in un recente approfondimento, nei controller del Rift non c’è una batteria interna ricaricabile, bensì una normale batteria AA per singolo controller. Tutto ciò di cui dovrete preoccuparvi pertanto non è ricaricare i controller (o, meglio, le batterie al loro interno) bensì sostituire le stesse quando esaurite.

Oculus Rift: Giochi

migliori giochi oculus rift

La gamma di giochi utilizzabili con l’Oculus Rift si sta ampliando settimana dopo settimana, permettendo di cogliere le potenzialità di questo visore. Quel che manca – ed è una mancanza avvertita praticamente da tutti i visori che abbiamo scelto di testare, con qualche eccezione per la creazione di Sony – è la possibilità di poter mettere le mani su giochi con la G maiuscola, che renderebbero probabilmente irrinunciabile (o quasi!) l’utilizzo del visore.

Insomma, gameplay non sempre pienamente soddisfacente, durate scarse (in media, tra le 2 e le 5 ore) e prezzi che probabilmente sono elevati rispetto alla reale sostanza proposta, rendono i giochi del Rift non sempre particolarmente appetibili, una volta superata la curiosità iniziale di vedere “come funziona” il visore.

Non dimenticate comunque che Oculus propone non solamente giochi, quanto anche applicazioni come Discovery VR, che permette di esplorare luoghi di interesse in tutto il mondo mediante video a 360 gradi. C’è inoltre una piccola selezione di cortometraggi e di esperienze cinematografiche.

Oculus Rift: Prezzo

Oculus Rift non è certamente il visore per la realtà virtuale più economico sul mercato. Il suo prezzo parte da 600-700 euro, e può lievitare ulteriormente a seconda degli accessori aggiuntivi con i quali si sceglie di arricchire il dispositivo. Certo è che a fronte di una simile spesa avrete probabilmente a disposizione uno dei migliori visori in circolazione. Attualmente il miglior prezzo scontato è stato avvistato su Amazon a €499.

Oculus Rift: Opinioni

A margine del nostro approfondimento sull’Oculus Rift, non possiamo che concludere positivamente la recensione e la prova del visore che ha probabilmente più di altri rappresentato la chiave di sviluppo principale del mondo della realtà virtuale.

La nuova versione del Rift pare essere un gradevole passo in avanti rispetto alle precedenti, e le innovazioni si sono fatte “sentire” soprattutto con i nuovi controller, che sono in grado di donare un’aggiuntiva qualità nel livello di esperienza e di efficienza della propria fruizione multimediale. Forse con un po’ di ritardo rispetto agli auspici, oggi Oculus Rift è in grado di proporsi veramente come una delle alternative più gradevoli nel mondo della realtà virtuale, anche se non mancano alcune pecche che dovrebbero essere migliorate con i prossimi update.

Pro

  • Buona esperienza di gioco
  • Facile installazione
  • Ottimo design e comfort

Contro

  • Costoso
  • Senza controller e sensori aggiuntivi si perde gran parte dello spettacolo
  • Necessità di un discreto spazio di “manovra”

Alternative all’Oculus Rift

alternative oculus rift

Non è facile mettere a confronto l’Oculus Rift, per questo le vere alternative al visore della Oculus sono poche. Noi ne abbiamo scelta una, un’alternativa valida e completa sopratutto nel prezzo. Abbiamo scelto il visore HTC Vive come principale rivale dell’Oculus Rift.

htc vive vs oculus rift

La nostra alternativa al Rift è sicuramente il visore dell’HTC perché offre quasi la stessa grandezza di libreria di giochi e applicazioni ed un Motion Controller migliore che può essere utilizzato anche in spazi più grandi rispetto al visore della Oculus, inoltre può essere usato anche da seduti. Il prezzo è dalla nostra parte, infatti l’HTC Vive costa meno del Rift visto che col primo visore siamo obbligati ad acquistare i controller per vivere una seria esperienza con la realtà virtuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *