Home / Visori / Playstation VR / Sony VR Guida Recensione

Sony VR Guida Recensione

ps vr miglior recensione

Sony Playstation VR: Guida e Recensione Sony Playstation VR: il virtual gaming finalmente alla portata di tutti. Il visore Sony arriva più tardi rispetto ai competitors ma si distingue per aver aperto la strada della realtà virtuale per console  Dopo l’entrata in scena di HTC e Oculus Rift, il…

Recensione Sony VR Playstation

Design e Comfort
Usabilità
Setup e Impostazioni
Applicazioni
Accessori

VOTO: 8.2

PlayStation VR è la soluzione migliore per entrare nel mondo della realtà virtuale per chi possiede una console Sony. L'immersione non è la stessa di Oculus Rift ma per un sistema che sfrutta la PS4 invece di singoli giochi costosi ci sembra una soluzione alla portata di tutti. La selezione di giochi è immensa, gli accessori completi e funzionali e la qualità è quella della Sony.

Miglior Prezzo
User Rating: Be the first one !

Sony Playstation VR: Guida e Recensione

Sony Playstation VR: il virtual gaming finalmente alla portata di tutti. Il visore Sony arriva più tardi rispetto ai competitors ma si distingue per aver aperto la strada della realtà virtuale per console 

playstation vr recensione

Dopo l’entrata in scena di HTC e Oculus Rift, il panorama della realtà virtuale si è arricchito con Sony
Playstation VR. L’intenzione della software-hardware giapponese, per nulla implicita, è portare il virtual
gaming nelle case dei videogiocatori, di trasformarlo nello standard del gioco su console. La Sony non è
nuova a imprese del genere, più volte in passato è riuscire a rendere di massa ciò che prima era di nicchia.

Se cerchiamo un dispositivo più economico ma sempre di marca possiamo dare uno sguardo anche al nuovo visore Google Daydream, oppure per soluzione ancora più economiche il VOX BE.

I precedenti visori per la realtà virtuale non solo erano modelli costosi, ma richiedevano anche giochi specifici altrettanto costosi. Playstation VR è differente. Non solo è un visore più economico rispetto alle grandi marche che sfida, ma richiede solo una Playstation 4 per essere utilizzato. Ora vi chiedo amanti della realtà virtuale chi di voi possiede o ha avuto modo di possedere una qualsiasi delle console Sony Playstation? Immagino moltissimi di voi. Ovviamente potremmo ottenere l’esperienza virtuale migliore sulla nuova Playstation 4 Pro da 1 Tb.

playstation 4 con Vr

 

Affinché un dispositivo di realtà virtuale raggiunga questo obiettivo, però, deve possedere almeno tre
requisiti: prezzo accessibile, usabilità, line up soddisfacente già alla data di lancio. Sony Playstation VR
risponde a questo identikit? Scopriamolo nella nostra guida recensione.

Sony Playstation VR: Design

ps vr recensione visore sony

Dal punto di vista estetico, Sony Playstation VR soddisfa le aspettative. Il design è più futuristico che
minimale, risultando coerente con l’approccio che da sempre caratterizza la multinazionale giapponese,
che ama porsi all’avanguardia proprio sotto questo punto di vista. Particolarmente apprezzabile è la scelta
del colore – classico “nero Sony” – valorizzato da linee morbide e sobrie. L’elemento futuristico, che
aggiunge valore estetico e praticità al dispositivo, è rappresentato dalla presenza di ben sei led frontali e ai
due posteriori, entrambi in grado di emanare una gradevole luce blu chiaro.

ps vr pacchetto completo

Le luci blu del visore Sony non solo agiscono come punti di riferimento per la camera in modo che possa seguire tutti i movimenti della testa, ma rendono questo VR accattivante nel design e nell’apparenza, veramente ben fatto. La comodità non ne risente tanto che possiamo considerare il VR Sony molto confortevole una volta posizionato sulla testa. Le fasce in plastica che circondando la parte alta del visore distribuiscono il peso in maniera uniforme. Una volta indossato, la sensazione è di “leggerezza” nonostante i 610 grammi di peso.

Sony Playstation VR: Usabilità e comfort

guida recensione ps vr

La buona notizia è che l’estetica, finalmente, è funzionale all’usabilità e all’utilizzo. Sony Playstation VR è un dispositivo che, rispetto ai competitors, si rivela davvero comodo e facile da utilizzare. Si regola e si indossa in pochi secondi: un pulsante posto sotto al visore consente di adattare la distanza lenti-occhi alle proprie esigenze.
L’ampio giogo a cui è sottoposto il dispositivo permette all’utente di utilizzare persino gli occhiali. In questo
caso, però, si ravvisa un piccolo effetto collaterale: se la distanza è eccessiva filtra un po’ di luce e ciò
riduce, seppure non in maniera sensibile, il grado di immersione.
Un altro aspetto molto positivo è il peso. Sia chiaro, Playstation VR, esattamente come i dispositivi per la
realtà virtuale attualmente in circolazione, ha un peso notevole ma questo è distribuito in maniera
eccellente. Merito dei materiali scelti per la sezione frontale, tra i quali figura la gomma – usata per i bordi.
La sezione frontale rimane letteralmente sospesa, non poggia sul naso e l’esperienza di utilizzo risulta più
comoda del previsto. Va detto, però, che i bordi in gomma risultano meno efficaci rispetto a quelli in
plastica in termini di filtraggio della luce.
L’usabilità è ulteriormente migliorata da un altro fatto: dal visore esce un solo cavo (che prosegue fino
all’unità processore). La sensazione di intralcio è quindi ridotta al minimo, soprattutto se si gioca da seduti.

Sony Playstation VR: Utilizzo e potenziale

Come se la cava Sony Playstation VR dal punto di vista tecnico? La risposta è: molto bene. Un elemento di
pregio è il numero di FPS, che sono 120. Certo, nella resa concreta non raggiunge questo livello, che è solo
teorico, ma la sensazione restituita all’utente è di una fluidità maggiore rispetto a quella fornita dai classici
60 FPS. L’unica nota dolente riguarda la risoluzione, che corrisponde “solamente” a un Full HD, e pertanto inferiore
ai dispositivi della concorrenza quali HTC e Oculus Rift. Un limite, questo, che può essere facilmente
aggirato dagli sviluppatori, posto che siano in grado di mascherare il deficit di risoluzione con una sapiente
gestione delle luci.
Un aspetto controverso è determinato dal campo visivo. Ufficialmente, Playstation VR presenta un campo
visivo di 100 gradi. Tecnicamente, troppo pochi: quello umano, nella vita reale, è di 150 gradi; quello di altri
dispositivi di VR può raggiungere anche 120 gradi. La differenza, strano ma vero, non si nota o si nota solo
in parte. A incidere è infatti il modo con cui viene distribuita la lente, che crea una specie di effetto ottico in
grado di eliminare la porzione di visione periferica non coperta dal campo. L’effetto di immersione è quindi
garantito, e ben si sposa con altri elementi positivi di cui abbiamo parlato, come il numero incredibilmente
alto di FPS.

Sony Playstation VR: meglio il controller o il Playstation Move?

playstation vr opinioni

Rispondere a questa domanda non è semplice, dal momento che è una questione prettamente soggettiva.
Alcuni videogiocatori, per quanto le esigenze di immersione spingano verso l’affrancamento dal controller,
fanno fatica a compiere questo passo. Tuttavia, come era lecito aspettarsi, Sony Playstation VR è dedicato
anche a loro, sicché l’utilizzo del Dual Shock è pienamente supportato. Il tracking del controller, però, pur
assestandosi su livelli sufficienti, non risulta molto preciso. Discorso diverso per il Playstation Move, il cui
tracking appare eccellente. Alcuni giochi, poi, prevedono l’utilizzo del solo visore, che viene tracciato in
maniera autonoma. In questo caso, saranno i movimenti della testa a impartire i comandi. Si tratta di
situazioni sperimentali, con limiti invalicabili per ciò che concerne le possibilità in termini di comandi e di
comodità. Tale diversivo, se approcciato di tanto in tanto, risulta comunque piacevole.
A questo proposito va detto che nella versione base non è compresa la Playstation Camera, che è un
accessorio praticamente obbligatorio. Certo, è in vendita un bundle ma il prezzo è davvero alto.
Paradossalmente, la Playstation Camera, da sola, si trova a prezzi ragionevoli. La Playstation Camera attualmente in vendita si avvale di un supporto proprio e offre la possibilità di regolare le lenti per adeguarsi alla configurazione.

Sony Playstation VR: I giochi

migliori giochi ps vr

E’ inevitabile: il successo di Sony Playstation VR non dipende esclusivamente dalle sue potenzialità tecniche
ma anche dalla quantità e dalla qualità del parco giochi. Ebbene, la line up è già molto estesa e variegata. Si
segnalano titoli di natura sperimentale (quasi di carattere dimostrativo delle possibilità del mezzo), titoli
che fanno della capacità di immersione e di intrattenimento le proprie caratteristiche principali, titoli
espressione di brand consolidati.
Uno dei giochi di punta è Batman Arkham VR che, abbandonando quasi del tutto le dinamiche di gameplay
dei titoli canonici, si incentra su un’offerta di sensazioni variegata e sull’immersività. Eccellente la grafica,
probabilità la migliore vista su Playstation VR. Unica pecca? La longevità: la quest principale, per quanto
rigiocabile, dura pochissimo.
Più che apprezzabile è Driveclub VR, un simulatore di guida che fa del realismo il suo tratto distintivo.
Proprio il realismo, però, si rivela essere un arma a doppio taglio, in quanto responsabile del cosiddetto
motion sickness, un disturbo percettivo simile – appunto – al mal d’auto. Dopo un po’ di pratica si sviluppa
un certo grado di tolleranza e la sgradevole sensazione va via.

Un altro titolo molto convincente è RIGS Mechanized Combat League. Gli sviluppatori hanno inventato da
zero uno sport futuristico (una sorta di battle royal tra robottoni), molto frenetico e divertente.

Anche Until Down: Rush of Blood sfrutta molto bene le potenziali di Playstation VR: survival horror
ambientato all’interno di una giostra infernale, si caratterizza per le atmosfere azzeccate, valorizzate dal
grado di immersione più alto della line up del dispositivo.
Ultimo gioco della nostra lista dei migliori, troviamo il nostro preferito Star Wars: Battlefront [PlayStation VR Ready] – Ultimate Edition.

Sony Plystation VR: Il prezzo migliore

Il dispositivo costa, nella migliore delle ipotesi, 333,29€ in offerta. A questi va aggiunta la spesa per la telecamera
(una cinquantina di euro) e, ovviamente, quella per la Playstation 4. Altrimenti possiamo optare per il bundle completo di VR e Playsation Camera a circa 416€.

Sony Playstation VR: Opinione finale

Sony Playstation VR è uno dei migliori visori di realtà virtuale in circolazione, quasi alla pari dei suoi rivali di fascia alta. Il prezzo è più basso della media (anche considerando l’acquisto in separata sede dalla telecamera), il design è gradevole, l’usabilità garantita, il frame rate rimane con costanza su livelli molto alti. Un altro vantaggio, che incide molto nella sfida con gli altri dispositivi, è il parco titoli soddisfacente dal punto di vista quantitativo e qualitativo. Di contro, si segnala un campo visivo ristretto e una risoluzione nettamente inferiore alla media. Soppesando pro e contro, possiamo affermare che Sony Playstation VR ha le carte in regola per diventare il punto di riferimento per gli appassionati di realtà virtuali e per chi vi approccia per la prima volta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *