Home / Giochi / PREVIEW – THE ASSEMBLY – NDREAMS

PREVIEW – THE ASSEMBLY – NDREAMS

The_Assembly_1

The Assembly.

L’Assemblea, una misteriosa organizzazione nascosta al mondo, ha portato avanti una sperimentazione al di fuori dei vincoli di controllo del governo e della morale della società. Ma quali segreti si nascondono dietro questa comunità? E che cosa si può sacrificare in nome del progresso, per di raggiungere gli obiettivi prefissi?

Una improvvisa catena di eventi rischia di esporre l’Assemblea agli occhi del mondo. A due individui, Madeleine e Cal – ciascuno con i propri punti di vista e motivazioni – viene offerta la possibilità di plasmare il futuro.

Nel bene o nel male , le scelte impossibili che devono affrontare trasformeranno non solo la loro vita, ma anche quella delle comunità del mondo.

The Assembly è un’avventura immersiva in VR dove ogni cosa sembra avere due lati, due modi interpretativi. Un’esperienza dove le prospettive cambiano, la scelta giusta da prendere non è mai chiara e semplice e una domanda è sempre lasciata aperta : Quando il fine giustifica i mezzi ?

GLI SVILUPPATORI PARLANO DI THE ASSEMBLY 

The Assembly è un gioco che porta l’ambiguità al centro. I due protagonisti ed il giocatore varranno sempre mesi di fronte a scelte complesse, difficili, al di là delle misteriose ricerche che vengono portate avanti all’interno della struttura. Con così tanti enigmi disseminati all’interno di questa avventura in prima persona dedicata alla VR è normale che le curiosità e le domande attorno a questo progetto crescano in maniera esponenziale. Per questo motivo il Senior Designer Jackie Tetley e l’Art Manager Martin Field di N-Dreams diano informazioni e spunti sulle idee elaborate per il gioco.

The_Assembly_2

“Al fine di costruire una narrazione avvincente, che cattura davvero l’immaginazione del giocatore e lo incoraggia a prendere in considerazione le conseguenze delle sue decisioni, abbiamo fissato The Assembly in un contesto di eventi attuali ed attorno alle preoccupazioni della vita reale.  L’Assemblea, citando in questo frangente l’organizzazione al’interno del gameplay, non è collegata al governo ma non abbiamo mai voluto rendere esplicito nel corso della narrazione quanto in effetti le istituzioni sappiano di questa organizzazione. In questo modo abbiamo regalato tensione, fascino e mistero ad ogni passo che il giocatore farà. Insomma, un pizzico di X-Files in salsa moderna. Abbiamo voluto sondare aspetti diversi: il modo in cui questa struttura si è formata, come sia un colloquio di lavoro presso l’Assemblea o che cosa voglia dire vivere e lavorare in un ambiente del genere per mesi e mesi. Che legami si formano tra le persone in un ambiente del genere? Quali potranno essere le tensioni, io dubbi, gli stress di un luogo così pensato?

Il mondo reale non è bianco e nero nella sua moralità come spesso viene presentato in molta della fantascienza. Abbiamo voluto portare questo aspetto, o almeno in parte, in The Assembly. L’Assemblea è una società molto simile a quella che si potrebbe trovare in un racconto di James Bond. Quello su cui stanno lavorando non è necessariamente il male anche se viene mantenuta un’aria di stretto riserbo su ciò che stanno facendo.” Per dare al gioco una sensazione reale, che tutto ciò potrebbe davvero avvenire nel mondo avvenire nel mondo reale, il team si è impegnato molto. “Abbiamo creato un ambiente ispirato a struttura “bunker”. Il team artistico ha investito molto tempo ad osservare questo tipo di ambienti” In questo la scelta della VR è stata naturale: grazie al senso palpabile di presenza intrinseca all’esperienza. Abbiamo voluto estendere tale livello di immersione in modo che il giocatore si sentisse davvero al centro dell’esperienza di gioco.  I protagonisti di The Assembly non sono vuoti, ma hanno un carattere, idee, sensazioni, vita. Ognuno di loro ha i propri punti di vista, motivazioni e obiettivi. Ci siamo concentrati sul’idea che nessun individuo potrà mai conoscere la vera realtà, ma solo il proprio punto di vista . Vogliamo che siano i giocatori a chiedersi in quali circostanze il fine giustifica i mezzi e che l’esperienza per loro sia assolutamente completa”.

The Assembly uscirà in primis per PS4 e sfrutterà Project Morpheus, ma non sarà un’esclusiva dato che sono già state annunciate le versioni per Oculus Rift e per HTC Vive. La data di uscita non è ancora ufficiale. Le premesse sembrano ottime, una buona avventura, solida e ambiziosa. Vedremo quanto l’Assemblea ci turberà, coinvolgerà e sorprenderà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *