Home / Visori / Playstation VR / Project Morpheus diventa Playstation VR

Project Morpheus diventa Playstation VR

PlaystationVR

Ecco la Playstation VR.

Project morpheus diventa PlayStation VR e si prepara a cambiare il nostro modo di giocare con la console di casa Sony.

Dai primi annunci, passando per le anteprime di giochi come “The Assembly” e di molte speculazioni sulla sua vita, su quello che sarà e che potrebbe arrivare a fare, Project Morpheus di Sony è cambiato molto e si è trasformato così tanto da arrivare a cambiare persino il nome: diamo il benvenuto a Playstation VR.

Che il colosso giapponese fosse in aria di dare un senso più familiare al progetto di Realtà Virtuale era nell’aria. Sony ha sempre ricercato anche una certa cura nel dettaglio e nella linea che ha sempre seguito e, per quanto fosse accattivante il “Progetto Morpheus”, era poco nelle corde di chi è abituato al mondo Ps, sin dai tempi della prima console “grigia”.

E così, mentre da un lato arrivano i pezzi “memorial” come il pad del 20° anniversario, dall’altro si guarda in avanti e nasce la Playstation VR.

Project_Morpheus

Design nero, con led in stile Ps4, il nuovo oggetto “del desiderio” si allinea armonicamente ai prodotti Sony rendendosi subito riconoscibile.

Ma Playstation VR sarà molto di più rispetto alle idee iniziali di Project Morpheus. E’ la stessa Sony, tramite le parole di Masayasu Ito (EVP, Division President of PS Product Business and VP, Software Design Division) a definire i contorni del “nuovo nato”:

“Il nome ‘PlayStation VR’ non definisce soltanto una nuova esperienza, firmata PlayStation®, che permette ai giocatori di sentirsi come se fossero fisicamente all’interno del mondo virtuale di un gioco, ma riflette anche la nostra speranze che i nostri utenti possano provare un senso di familiarità godendo di questa straordinaria esperienza”

(Conferenza Stampa SCEJA 2015 a Tokyo)

Questo sembra affermare, senza mezzi termini, che non sarà solo un pezzo di hardware che aprirà le porte ad una sensazione immersiva nella Realtà Virtuale ma un vero e proprio “concept” capace di ampliare non solo le sensazioni dei giocatori ma anche, e soprattutto, il mondo Playstation.

Non solo novità a livello di marketing e concept ma anche cambiamenti dal punto di vista “tecnico” nella costruzione del Playstation VR.

Ecco alcune alcune delle specifiche tecniche del Ps-VR :

  • Nuovo Display OLED: si cambia passando da un 5″ LCD a un 5,7″ con tecnologia OLED ed una risoluzione di 1980×1080, aumentando il campo visivo ed eliminando così il fastidioso effetto di motion blur.
  • Frequenza d’aggiornamento a 120Hz: Project Morpheus aveva la frequenza a 60 Hz, rendendo così il limite di “fps” visibile a 60. Il nuovo Ps-VR avrà il doppio del refresh alzando la reale percezione degli “fps”. Tutto questo sarà possibile appoggiandosi alla tecnologia della PS4.
  • Latenza abbassata: parlando molto banalmente possiamo definire la latenza come il tempo di risposta ad un qualsiasi input. Schiaccio un tasto, sia su una tastiera che su un pad e l’attesa con cui il sistema risponde determina la latenza. Più bassa è più reattività ci sarà. In ambito di gioco è un dato estremamente importante: una risposta immediata ad uno “stimolo” da parte del giocatore determina il successo o il fallimento in una determinata situazione. Sony annuncia che la latenza del Ps-VR sarà di 18 ms (millisecondi) che è davvero eccezionale.
  • Tracking accurato e preciso: Il tracking posizionale per un visore di Realtà Virtuale è fondamentale: determina la precisione nel seguire i vari movimenti. Playstation VR avrà ben 9 LED sull’headset, compreso uno sulla parte frontale e due laterali. Ci si aspetta quindi un supporto a 360°.

Design accattivante: come per tutto ciò che riguarda il mondo Ps anche Playstation VR avrà un occhio di riguardo per questo aspetto non cercando solo un design molto netto ma anche una praticità di utilizzo puntando sulla facilità di utilizzo, soprattutto per quel che riguarda togliere e mettere il visore.

Sony ha scoperto le frecce all’arco di Playstation VR ed ha aperto la sfida con gli altri concorrenti. Se le promesse verranno mantenute, l’ex Project Morpheus potrà essere un punto di riferimento per un mondo, quello della Realtà Virtuale, che ha iniziato da non molto a muovere i primi passi e che vive ancora di contorni poco definiti.

Ecco uno dei primi filmati di presentazione, in questo caso dal Giappone, di PlayStation VR :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *