Home / Visori / Playstation VR / PSVR BREAKOUT BOX: non sara’ un “Boost” per la PS4

PSVR BREAKOUT BOX: non sara’ un “Boost” per la PS4

PSVR_Breakout_Box_2

PSVR Breakout Box.

“Non è un aiuto od un incremento di potenza per la PS4. La console non ha assolutamente necessità di un upgrade hardware per poter far girare ed utilizzare al meglio le funzioni ed i giochi che arriveranno con il prossimo PS-VR“.

Chris Norden, Ingegnere Senior nello sviluppo del Progetto del Visore di casa Sony è stato chiaro e preciso alla conferenza che aveva come tema proprio il nuovo nato della casa nipponica.

La necessità di questo annuncio deriva dal fatto che nei giorni scorsi ci sono state molte illazioni sul fatto che il nuovo supporto che verrà rilasciato insieme a PS-VR sarebbe necessario per aiutare la console più conosciuta al mondo nelle funzioni di calcolo che non sarebbe altrimenti in grado di fare, rendendo molto più sterile e sottotono l’esperienza della Realtà Virtuale per gli amanti del marchio.

IL “PSVR Breakout Box“, questo il nome che dovrebbe avere il nuovo componente hardware sarebbe solamente una periferica di re-indirizzo dei dati.

Praticamente la PS4 farebbe tutto il lavoro di calcolo, soprattutto la renderizzazione a 120 Hz, cosa che la macchina è assolutamente in grado di fare senza nessuna “spinta”, e dopo aver terminato indirizza il segnale al Box che funge da tramite con il Visore per avere un’ottima resa finale che potrebbe essere alterata dai segnali che la console cambia il televisore.

In aggiunta Sony ha deciso di spostare il comparto audio del PS-VR sul suo Box dedicato in modo da dividere i canali di lavoro ed offrire, anche per questo comparto, una esperienza di assoluto primo piano. Ma non per una reale necessità, solo per una precisa scelta di qualità.

PSVR_Breakout_Box

Inoltre il Breakout Box avrebbe anche un suo Hud di utilizzo, completamente separato dall’interfaccia della PS4, un altro modo di dividere le esperienze portando avanti le due entità in parallelo per un utente che vuole avere sottocchio sia la versione più classica dell’interfaccia che quella innovativa del PS-VR.

Per essere chiari vediamo, in concreto ed in breve, che cosa sarà il Breakout Box ed anche, che cosa non sarà.

CHE COSA FARA’ :

• elaborazione audio di tutto il comparto sonoro 3D per il software di Realtà Virtuale
• farà da display per il “Social Screen” sia in modalità diretta, ovvero tramite l’Hud del PS-VR che in modalità “Mirror” ovvero riportando, come su una Tv “virtuale”, la già nota interfaccia della PS4
• potrà proiettare l’interfaccia della PS4 in modalità “cinematic” ampliando così l’esperienza stessa nell’utilizzo della console.

CHE COSA NON FARA’ :

• offrire prestazioni extra per la CPU della PS4
• offrire prestazioni extra per la GPU della PS4
• non avrà nessuna parte hardware da considerare come un’espansione di incremento per la PS4
• non sarà accessibile in nessun modo, ne diretto che indiretto, da parte di alcun sviluppatore che non sia Sony.

Questo il futuro della PS4 nel campo della Realtà Virtuale che dovrebbe realizzarsi ad Ottobre, finestra di uscita del PS-VR.

Non resta perciò che attendere le nuove rivelazioni di Sony e vedere quali saranno le reali capacità del suo visore di Realtà Virtuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *